volevo solo dirvi che

Ho finito Fringe, non potete capire che botta. Stasera siamo andati a casa di un’amica, una volta tornato a casa ho visto i quattro goal della Juve e mi sono messo a letto, ho acceso il PC e l’ho finito. Puntata, stagione e serie, via, andato. La prima delle ultime due puntate l’avevo vista nel pomeriggio e la seconda l’ho appena terminata; negli Stati Uniti le hanno trasmesse la scorsa notte, qui sono quasi le quattro del mattino e questo post lo scrivo in due minuti e mezzo, fate tre, per dirvi di quanto il finale di questa serie sia stato totalmente insensato. Spettacolare, fenomenale, snervante, e quando Olivia e Peter hanno deciso di uccidere osservatori in serie indossando maschere antigas ho esultato ed ero lì lì per gridare frasi sconnesse tipo Sì cazzo! Sì! ‘Sti bastardi! Finale col botto. Finale che ciao. Fringe è nella top-5 dei miei telefilm preferiti, forse nella Top-3. Fringe è stata una serie totalmente insensata che chi non l’ha mai vista potrebbe avere una minima idea di cosa significa vedere una serie del genere solo nel caso in cui avesse visto Lost, solo che il finale di Lost non è neanche lontanamente paragonabile a quei tre quarti d’ora di capolavoro che ho appena terminato di vedere, solo che Lost è durato due serie di troppo mentre Fringe, cavolo, Fringe…oh, Fringe. Sono triste. Chapeau.

Fringe

Annunci